soing@soing.eu
Tel: 0586.426710

VERIFICA DELLA PROFONDITÀ DI CARBONATAZIONE

La verifica delle profondità di carbonatazione viene eseguita direttamente in situ sulle carote di calcestruzzo prelevate.

La prova consiste nell’applicazione di una soluzione di alcol etilico e fenolftaleina all’1% sulla superficie del campione. In particolare, la fenolftaleina in presenza di pH>9,2 colora la matrice del calcestruzzo di viola, segnalando l’assenza di carbonatazione.

Mentre in presenza di pH<9,2 la fenolftaleina non colora la matrice del calcestruzzo di viola, segnalando la presenza di carbonatazione.

Le norme di riferimento per questa prova sono: UNI 9944:1992 e UNI EN 14630:2007

verifica profondita carbonatazione
misurazione profondita carbonatazione

Obiettivo:

Lo scopo della prova è quello di misurare la profondità di carbonatazione, ovvero la distanza tra il bordo esterno del prelievo e l’area colorata di viola.

In questo modo è possibile valutare se le armature possono essere o meno interessate da processi di degrado legati alla carbonatazione del calcestruzzo.

Campi di applicazione:

  • Valutazione dello stato di conservazione degli elementi in c.a.
  • Verifiche di vulnerabilità sismica di edifici esistenti
  • Verifiche statiche di edifici esistenti
prova profondita carbonatazione

Alcuni progetti che usano la tecnica VERIFICA DELLA PROFONDITÀ DI CARBONATAZIONE